Bilancio partecipativo: POTERE AI CITTADINI!

Bilancio partecipativo
Typography

5/5/2014

Quando, quasi un anno fa, ci avete votato, siamo entrati in consiglio comunale con un programma, una missione con obiettivi ben precisi.

Stiamo cercando con tutte le nostre forze di trasformarli in realtà, nonostante le resistenze e il nostro essere in  minoranza. Uno di questi punti era il "Bilancio Partecipativo", uno strumento rivoluzionario che scardina profondamente i giochi politici che imperano nel consiglio comunale, un'arma potentissima in mano alla cittadinanza, dato che le permette di decidere come spendere i propri soldi.
"Bilancio Partecipativo", infatti, consente ai cittadini di presentare le loro necessità ed esporre le problematiche locali, di valutare le spese previste nel bilancio e l'operato dell'ente, di indirizzare le scelte dell'amministrazione sugli interventi pubblici da realizzare o sui servizi da implementare o migliorare. In pratica, quello che chiediamo attraverso l'adozione di questo strumento, sono riunioni e incontri tra cittadini e amministrazione comunale per ogni quartiere di Cinisello Balsamo, finalizzati a raccogliere la voce delle persone, che esporranno le reali necessità del territorio e condivideranno le modalità̀ di investimento delle risorse con  Il l'amministrazione comunale. I cittadini, infatti, avranno facoltà di avanzare progetti e proposte che verranno poi esaminati dai tecnici onde valutarne costi, fattibilità e tempi. Una volta effettuato lo studio della fattibilità, i progetti valutati idonei verranno ripresentati alla cittadinanza, la quale avrà la possibilità di esprimersi con il proprio voto. In base all'esito della votazione verrà stilata una griglia di priorità. Le proposte più votate verranno inserite nel bilancio previsionale dell'anno successivo.
Questa è la politica che un'amministrazione a 5 Stelle avrebbe attuato un giorno dopo le elezioni se avesse vinto un anno fa: la volontà del cittadino prima di ogni altra cosa. Oggi, pur essendo parte della minoranza, presentiamo l'ordine del giorno concernente il "Bilancio Partecipativo" in consiglio comunale: sarà compito della maggioranza dimostrare, attraverso la discussione e la successiva votazione, se sta dalla parte dei cittadini e vuole creare uno strumento di democrazia partecipativa o se, in modo autoreferenziale, decide di spendere i soldi dei cittadini stessi come meglio conviene agli interessi di partito.

Sign up via our free email subscription service to receive notifications when new information is available.